Immagini per non vedenti ?

  • Add to favorites
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Blogger
  • Email
  • RSS

 

E’ ormai passato tanto tempo da quando sono andata a visitare la mostra “Dialogo nel buio”. Mi ricordo che appena siamo entrati, la nostra guida ci ha fatto tenere per mano qualche minuto per farci abituare al buio, avvertivo un senso di smarrimento, immersa non nell’oscurità ma nel buio più intenso, per intenderci quel buio che ti circonda ovunque.

Onestamente il senso di smarrimento mi ha accompagnato per tutto il percorso ma piano piano che andavo avanti mi accorgevo come noi vedenti in realtà usiamo poco gli altri sensi. Ricordo di essermi trovata in una sorta di locale ed io toccavo i quadri attaccati alle pareti, poi il traffico, una grande confusione che mi metteva soggezione anche in un posto sicuro come quello, la paura di cadere per salire sulla barca e io che mi aiutavo solo con le mani e l’udito, poi finalmente la nostra guida ci ha portati a un pianobar, finalmente a sedere con il pianista che suonava e un succo davanti.

Bevendo il succo, potevo sentire solo le voci, ricordo la voce calda della nostra guida, e le mie vicine di tavolo che commentavano il mio accento fiorentino (non credevo si sentisse tanto), finalmente rilassata dopo un tempo indefinito di sensazioni.

Io sono fotografa, nel nostro studio ci occupiamo soprattutto di pubblicità, moda, ritratti, still-life, in pratica cerchiamo di far risaltare un oggetto al meglio delle sue caratteristiche, che sia indossato oppure no.

Dopo aver visto la mostra e averne parlato con il mio collega, abbiamo deciso di realizzare un progetto rivolto ai non vedente e agli ipovedenti.

Prima di andare avanti vorrei puntualizzare che non voglio fare ne della pubblicità o vendere nessun tipo di progetto ma chiedo solo un’opinione in  merito, dato che alcune associazioni sembravano interessate ma non c’è stato seguito e non ne capisco bene il motivo, se avete la pazienza di leggere fino alla fine, chi vuole, mi può dare la sua opinione, è solo quello che chiedo.

E’ cominciato tutto pensando alle mostre di fotografia in rilievo, di seguito abbiamo visto una foto scattata in un centro di bambini non vedenti, nella foto era ripreso un bambino che toccava la parte di muro illuminata dalla luce perché ne sentiva il calore.

La fotografia è un mezzo di comunicazione e perché negarla a chi non la può vedere? Credo che all’interno di uno studio fotografico un non vedente può vivere, anche lui, il mestiere del fotografo, come ho fatto io immedesimandomi nella sua vita, lo può fare usando tutti i sensi all’infuori chiaramente della vista.

La finalità di questo progetto è quello di far conoscere un modo nuovo di espressione da parte dei non vedenti verso di noi (tutte le persone che hanno l’uso della vista) e non il contrario, la foto finale la vedranno chiaramente gli altri ma l’importante, secondo me, è vivere una realtà diversa dal quotidiano di un non vedente.

Abbiamo proposto la cosa ad alcune associazioni, si chiedeva solo un aiuto logistico per poter trattare con persone con disabilità, all’inizio mi sono sembrate anche molto interessate e poi niente, non ho avuto più risposta.

Vorrei sapere se forse è un’idea stupida o forse quello che importa è il risultato (la foto finale) e non la realizzazione, che su questo argomento avrei da obiettare ma mi dilungherei troppo.

Qualcuno mi può dire dare un’opinione in merito.

Grazie Micaela

Share and Enjoy

 

Lascia una risposta

Home mostra fotografica Immagini per non vedenti ?
credit
EmailEmail
PrintPrint
WP Socializer Aakash Web