Il colore del cibo

  • Add to favorites
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Blogger
  • Email
  • RSS

Spesso preparando un piatto, si presta poca attenzione alla decorazione del piatto e soprattutto alla combinazione dei colori, non credo che sia un argomento da sottovalutare. Personalmente quando vado al ristorante presto molta attenzione a com’è presentato il piatto (oltre naturalmente all’impressone che ho del locale). Guardo se il mio alimento è impiattato senza lasciare schizzi, guardo se ci sono decorazioni e per ultimo ma non per questo ha meno importanza, guardo la composizione dei colori. Un piatto lo gusto prima con gli occhi, in contemporanea ne sento l’odore, per ultimo lo gusto con il palato, cerco di usare tutti i sensi dove non manca naturalmente l’udito. L’attenzione che vi presto è causa del mio lavoro, sono fotografa di Still-Life e nell’arco della mia carriera mi è capitato spesso di fotografare degli alimenti. E’ chiaro che per fare uno scatto accattivante, come vi potete immaginare, non è semplice, dato che ogni alimento ha una sua propria consistenza, un suo colore, una sua trasparenza, in poche parole una sua anima. Cosa c’entra lo Still-Life con la cucina? Still-Life vuol dire fotografare oggetti inanimati e quindi anche gli alimenti, pensate ai quadri di natura morta, in essi sono spesso rappresentati dei frutti. La fotografia non è poi tanto diversa dalla pittura, cambia il mezzo ma lo studio che si impiega per il soggetto da ritrarre rimane uguale, pensate all’effetto della luce che attraversa il miele mentre cade dal cucchiaio, alla differenza di trasparenze tra il vino rosso e quello bianco e nel vino rosso, a seconda di dove indirizzi la luce, il suo colore risulta più scuro o più trasparente ma anche la differenza di colore che si trova tra i vini di vigneti diversi pur essendo tutti rossi o bianchi. Mi viene in mente Caravaggio con le sue pitture molto scenografiche e la sua luce, spesso un raggio che attraversa prepotente la stanza per illuminare parte del soggetto e lasciare il resto in ombra.Non voglio risultare noiosa e qui finisco le mie riflessioni, avrei piacere però di sentire le vostre.

Share and Enjoy

 

Lascia una risposta

Home colore Il colore del cibo
credit
EmailEmail
PrintPrint
WP Socializer Aakash Web